.....

.....

giovedì 3 gennaio 2008

Torrone fatto in casa

Torrone fatto in casa
Essendo un Diario di bordo ho deciso di scopiazzarmi la ricetta del torrone così appena ho un po' di tempo libero vorrei prepararlo.

Dose per 5/6 persone (1000g circa di prodotto finito)

500g di Mandorle, 300g di Miele, 200g di Zucchero, 3 Chiare d’uovo, Scorza di un limone, Qualche grammo di Vanillina, Ostie da pasticceria

Preparare il torrone in casa può essere abbastanza complicato: è necessario prestare attenzione durante la cottura, provvedendo a mescolare gli ingredienti continuamente per ottenere un composto ben amalgamato. Cuocere il miele a fuoco lento, in un contenitore a "bagno maria", per circa un’ora e mezzo, mescolando senza interruzione con un cucchiaio di legno, fino a quando non sarà caramellato.
Nel frattempo cuocere lo zucchero in un recipiente aggiungendo un po’ d’acqua, (nella proporzione di circa: 3 cucchiai di zucchero = 2 di acqua) mescolare continuamente, a fuoco basso, facendo attenzione che lo zucchero non si attacchi sul fondo. Montare a neve ben soda le chiare d’uovo e aggiungerle, poco per volta, al miele caramellato. Mescolare e continuare a cuocere a fuoco basso (continuare la cottura direttamente sul fuoco). ll miele comincerà a gonfiarsi e a diventare spumoso, continuare a mescolare per alcuni minuti, poi aggiungere lo zucchero amalgamando bene il tutto.

Quando il composto inizierà a restringersi e a indurirsi, versate le mandorle precedentemente tostate nel forno, la vanillina e la scorza grattugiata.
Continuare a mescolare fino a quando gli ingredienti non saranno perfettamente amalgamati.
Versare la “cotta” in uno stampo (preferibilmente a forma di parallelepipedo) foderato con le ostie. Coprire tutta la superficie con altre ostie. Livellare e spianare facendo una certa pressione in maniera che il composto riempia tutto lo spazio dello stampo.
Quando si sarà raffreddato, capovolgere il recipiente su un piano rivestito di ostie e con un bel coltello con lama liscia tagliare i pezzi nella forma desiderata.
Il modo migliore per tagliare il torrone friabile è appoggiare il coltello sul torrone e, aiutandosi con l’altra mano, dare dei colpetti decisi sulla lama e ottenere dei “tocchettini” di torrone di forma irregolare.
Il torrone deve essere conservato in luogo fresco ed asciutto ed incartato in una carta pergamena o di alluminio.

2 commenti:

  1. Grazie per la tua visita, buonagiornata e felice anno, saluti alla calabria.Mariluna

    RispondiElimina
  2. Auguroni anche a te mariluna e buona giornata.Ciao da Antonietta

    RispondiElimina

ultimi commenti

Dall'antipasto al dolce

I nostri pasticci

In cucina con tuorlo e francylamatta's Fan Box

Loading...
Loading...